TECNOLOGIA RPMA

Progettata per la comunicazione wireless Machine-to-Machine e l'IoT industriale

RPMA sta per Random Phase Multiple Access

Ogni giorno miliardi di persone utilizzano i telefoni cellulari, ma le reti cellulari non possono gestire le centinaia di miliardi di dispositivi che si stanno per connettere all’Internet delle cose. Le reti cellulari sono state progettate per le persone, non per le macchine: ecco dove entra in gioco la RPMA, una tecnologia progettata da Ingenu e dedicata esclusivamente alla comunicazione wireless tra le macchine, ideale per gestire l’IoT industriale.

MeterLinq ha contribuito allo sviluppo applicativo della RPMA e la utilizza in esclusiva per l’Italia, dove sta ottenendo ottimi risultati nel gas smart metering e nelle applicazioni per smart city.

L’86% degli oggetti IoT consuma meno di 3MB al mese

Le reti di sensori wireless tradizionalmente venivano connesse attraverso una combinazione di soluzioni di reti cellulari o LAN come WiFi, Mesh e RF locale (bluetooth, NFC, ecc.) che però andavano incontro a diversi problemi di durata di batterie, raggio di copertura, costo.

La connettività a bassa potenza e a lungo raggio (LPWA) risolve questi problemi e riesce a farlo con moduli/endpoint a basso costo. Le reti LPWA nella banda di frequenza libera si contrappongono alla connettività “data & battery intensive” delle tecnologie cellulari 2G, 3G o LTE proprio perché utilizzano poca banda. D’altra parte, la stragrande maggioranza dei dispositivi nell’IoT non avrà bisogno di quel tipo di trasmissione dati per cui è stata progettata la rete cellulare tradizionale.

Principali caratteristiche e vantaggi della tecnologia RPMA

  • ELEVATA CAPACITÀ E SCALABILITA’: decine di migliaia di nodi per singolo Access Point. Progettata per scalare in modo rapido e semplice al crescere degli oggetti connessi
  • ELEVATA COPERTURA: Permette di raggiunge siti difficili (ad esempio sotto il livello stradale o zone rurali) e ottimizzare i consumi di energia nei momenti di non trasmissione e ricezione.

  • BASSO CONSUMO ENERGETICO: Bassi consumi garantendo elevati livelli di servizio

  • MULTI SERVIZIO: E’ in grado di supportare e gestire al meglio la maggior parte delle applicazioni basate su sistemi di misura intelligenti. Non si limita agli usi per il gas, ma si può facilmente applicare ad acqua, riscaldamento, illuminazione pubblica, parcheggi e molti altri servizi di pubblica utilità.

  • SICUREZZA: una potente crittografia assicura la riservatezza dei messaggi, l’integrità e la protezione da eventuali replay. Inoltre offre la mutua autenticazione, l’anonimità dei device, aggiornamenti autenticati del firmware e multicast sicuro

  • IMPLEMENTAZIONE RAPIDA: Non richiede licenze operatore poiché utilizza frequenze libere (2.4 GHz) e non crea interferenze ai sistemi esistenti

  • LOW CAPEX (capital expenditures): Richiede bassi investimenti perchè non necessita di licenze da operatore, opera nella frequenza WiFi, può essere fornito in Full Service, con un canone omnicomprensivo per device gestito

    LOW OPEX (operative expenditures): Bassi consumi energia, nodi alimentabili a batteria; Alta affidabilità (failover, failback); Manutenzione ridotta

  • MeterLinq integra la tecnologia RPMA nella propria architettura di rete IoT

     Architettura della rete wireless LPWA MeterNet

    MeterLinq integra gli access point RPMA nella propria infrastruttura di rete e la utilizza in modo simultaneo e ottimizzato assieme ad altre tecnologie di rete – wireless M-Bus a 169 Mhz, 2G-3G-4G, cablata su rame e fibra ottica -, in particolare nelle applicazioni per smart city e smart metering.

    Approfondisci il funzionamento della RPMA

    Richiedi l’e-book di Ingenu [in inglese] su: Competitive Landscape; RPMA Technology; RPMA Coverage and Capacity;RPMA  Total Cost of Ownership (TCO); RPMA Traction

    E-book RPMA Technology